Post in evidenza

Porn Addicted Rapists 42

A Melbourne man accused to trying to have sex with a minor is also facing charges for child pornography, the Brevard County Sheriff'...

mercoledì 21 dicembre 2016

Afghan migrant raped, murdered EU official's daughter in Germany

A teenaged Afghan refugee accused of raping and murdering a young medical student in Germany had tried to kill once before

Stern magazine reported that Hussein Khavari, 17, had thrown a 20-year-old student off a cliff on Corfu, Greece, in May 2013.

Khavari, who sits in detention in Germany after his DNA linked him to the October sex killing of Maria Ladenburger, 19, in Freiburg, was given a 10 year jail term by a Greek court.

In February 2014 he was sentenced to 10 years in jail. But he was placed in youth detention and it remains unclear why he was freed so soon into his term.

Khavari pitched up in Germany in 2015 as an unaccompanied minor. Police say he ambushed Maria as she rode her bicycle home in the early hours of the morning, raped and then drowned her in a river.

Ironically Maria - daughter of a high-ranking EU official - worked part time between her studies in helping out migrants in the city but police have still not said if he met her the night before her ended her life.

The killing triggered an outpouring of hatred over refugeesThe rising tide of public anger makes it increasingly harder for Angela Merkel - who will seek a fourth term in power in the general election next year - to justify setting no ceiling on the numbers of refugees who may yet arrive.

Currently there are well over one million in the country, several hundred of whom are said by intelligence agencies to be sleeprs for the terrorist group Islamic State.



Top EU Official Solicited for Refugees at Funeral of Daughter Brutally Raped/Murdered by One S. Noble •  

E' il 20 dicembre e Angela Merkel si fa fotografare mentre lascia cadere una rosa bianca sul luogo dell'attacco islamico ai mercatini di Natale di Berlino. Con la stessa solennità con cui la rosa è caduta, in Germania non si gira pagina: poca rabbia e poca volontà di combattere la minaccia del terrorismo islamico o di rivedere la politica della immigrazione fuori controllo. Dopo i fatti di Colonia e gli attentati di Hannover, Essen, Wurzburg e Monaco di Baviera, l'attentato di Berlino si è meritato commenti a dir poco 'igienizzati'. Ma la verità è che l'attacco al mercatino di Natale è stato l'ultimo chiodo sulla bara di una Germania figlia delle politiche della cancelliera, quella stessa Merkel che è stata definita da molti "l'ultimo baluardo del mondo libero dopo l'elezione di Donald Trump come presidente degli Stati Uniti"... Ma è un mondo stranamente libero quello di cui la signora Merkel è sentinella.
Se volessimo scegliere un'immagine per definirne il profilo, la più adatta sarebbe quella di una storia drammaticache quasi non ha avuto eco in Italia: il brutale stupro-omicidio di Maria Ladenburger. Una diciannovenne aggredita dopo aver lasciato una festa organizzata dagli studenti dell'università di Friburgo, la città dove viveva e studiava. Figlia di un alto funzionario UE, Maria tornava a casa in bicicletta. Mentre percorreva la pista ciclabile è stata aggredita da un afghano richiedente asilo. Il diciassettenne, con una serie di condanne alle spalle, era arrivato in Germania lo scorso anno come minore non accompagnato ed era stato ospitato da una famiglia locale. Evidentemente quella notte passeggiava un po' annoiato quando ha incontrato Maria: secondo l'accusa, l'ha prima violentata e poi uccisa annegandola nel fiume Dreisam. Il fatto è accaduto il 16 ottobre scorso, ma la stampa si è ricordata di raccontare la vicenda solo ai primi di dicembre, quando l'afghano è stato arrestato. 
Ad incastrarlo ci sarebbero le tracce di DNA sulla sciarpa che apparteneva a Maria, e una ciocca di capelli rinvenuta in un cespuglio di more. Un programma televisivo tedesco ha legato il nome dell'assassino a un altro caso di stupro e omicidio accaduto nelle settimane precedenti, quello della 27enne Carolin G., avvenuto a 30 chilometri da Friburgo, anche se non sono state trovate prove certe sulla scena del delitto che leghino l'afgano a questo omicidio. Anche Maria faceva volontariato in un centro per rifugiati a Friburgo. La ragazza è stata quindi violentata e uccisa proprio da una delle persone che stava aiutando. Ma come nel caso della Merkel dopo l'attentato di Berlino, la tragedia di una figlia violentata e uccisa non è bastata a far cambiare idea ai suoi genitori sui frutti di una accoglienza indiscriminata. La famiglia di Maria ha chiesto che venissero inviate delle donazioni ad enti di beneficenza per rifugiati in Germania. 
Il politicamente corretto impone cecità. Con ostinazione i tedeschi non vogliono vedere ed accettare che la Germania vive una condizione di subordinazione, sia rispetto alle azioni commesse dai terroristi sia a quelle, altrettanto violente, di cui si sono macchiati gli immigrati: dal capodanno di Colonia dello scorso anno (quando centinaia di donne furono molestate sessualmente e derubate) alla vicenda della povera Maria. 

Storia di Maria, la volontaria stuprata e uccisa da un rifugiato afgano Lorenza Formicola 27 Dicembre 2016




Teenager raped by migrant in Belgium 23 novembre 2016

4-year-old child refugee raped by Afghan man 18 agosto 2016

Austria, 9 Iraqis gang-raped German woman 16 agosto 2016

Iraqi refugee who raped 10-year-old boy jailed 16 giugno 2016

Germany's Migrant Rape Crisis Out of Control 10 agosto 2016

Germania, nuovi assalti sessuali da migranti 6 settembre 2016

Germany: 3 Muslim migrants filmed, gang-raped 14yo Girl 1 settembre 2016

Refugee rapes 79yo woman at German cemetery 28 luglio 2016

Surge in child rapes by migrants in swimming pools 5 luglio 2016

Rape and child abuse in German refugee camps 25 SETTEMBRE 2015

Germany: Migrants' Rape Epidemic SEPTEMBER 19, 2015

Sexual assaults on children at Greek refugee camps 15 agosto 2016

Violenze sessuali sui bambini nel centro profughi di Nauru 11 agosto 2016

Turkey: Child Rape Widespread, Media Blackout 4 settembre 2016

SEXUAL JIHAD 8 SETTEMBRE 2016


Ti piace?

Share This

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...